mercoledì, marzo 29, 2006

[Part One] La scintilla...

Cominciamo dall'inizio.
O quasi.
I pochi ricordi che ho prima dei 6 anni si limitano a:
- recitazione delle capitali d'Europa;
- colorazione delle pagine in bianco e nero di Braccio di Ferro e ritaglio dei personaggi dei fumetti de "L'uomo ragno GIGANTE";
- visione di cartoni animati vari;
- duelli con pistole e petardi tra me e mio fratello, utilizzando lo schienale del divano del salotto come mustang;
- il percorso delle stelline dell'asilo delle Suore Celestine: nel piatto--> in bocca--> in terra, tutti i martedì;
- chiusura a chiave di porte varie, con annessa implorante richiesta di apertura da parte degli sventurati prigionieri.
Avevo 6 anni.
Forse 7.
Immaginate un bambino di 6 anni di fronte a questo film.
Profondo Rosso.
Fu la prima volta che mi accorsi che il cinema poteva sconvolgermi. Farmi male. E farmi bene, ma questo lo scoprii molti anni dopo.
La catenina di Clara Calamai, il pupazzo meccanico di Rambaldi, la villa abbandonata, le mani guantate dell'assassino, la frase "Tanto non mi sfuggirai, ti ucciderò lo stesso...una volta o l'altra!", la musica dei Goblin e la nenia infantile... li sognai per molte notti...
Che effetto può avere tutto ciò su un bambino di 6 anni? Lo avete sotto gli occhi :-D
Naturalmente non mi accorsi delle meraviglie tecniche di quel film. O forse si, visto il terrore totale suscitato in me dalla visione, pochi anni dopo, di Shining di Stanley Kubrick.
Avevo (ho) paura della steadycam?
E perchè adoro spaventarmi sebbene sia un fifone incurabile?
Ancora oggi fisso il pavimento se vado a vedere un horror al cinema.
E allora?
E allora niente, però è così.

14 commenti:

Vocina ha detto...

Carissimo, i miei complimenti, questo blog promette proprio bene.. Poi lo sai che per una giornalista è bene tenersi caro un esperto di cinema.. da contattare in casi di emergenza!! ;)

In bocca al lupo, tornerò presto! (no, non è una minaccia da film dell'orrore...!)

Ciauuu

aladar ha detto...

ciao vocina, benvenuta!
però non vedo esperti di cinema...solo appassionati! :-D
ti aspetto!

De-Tori Hanzo ha detto...

Mariocaaa!!! (Saluto monteleprino stagione 86-87) Cavolo sei stato un baluardo della Resistenza anti-cellularizzazione,e adesso te n'esci con quest'idea iper tecnologica del blog! E' proprio vero che non esistono più le mezze stagioni... ;-)
In bocca al lupo sincero..ti seguirò con la mia consueta attenzione (e devozione)!
andre
P.s. In omaggio al tuo primo post -e alla tua Cine-Japanofilia- ti saluto con una frase ormai storica del cinema in bianco e nero:
"TOKKIOOOOO!!!"

aladar ha detto...

P.s. In omaggio al tuo primo post -e alla tua Cine-Japanofilia- ti saluto con una frase ormai storica del cinema in bianco e nero:
"TOKKIOOOOO!!!"

continuiamo così...facciamoci del male!
chissà cosa diranno i lettori che arrivano dalla Sardegna alla Sicilia, dalla Francia al Giappone, dall'Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno... sniff!
benvenuto anche a te, De-Tori Hanzo! :-)
dici bene sul cellulare: voi facevate sfoggio di ultimi modelli e io resistevo, resistevo...non che mi costasse fatica, ma resistevo.
ho resistito fino al 2002, dopo una settimana me lo hanno rubato.

Mari ha detto...

Vieni a trovarmi su Lovingsardinia o su Doctor Funk!
Ti abbraccio

aladar ha detto...

ciao casteddina, grazie per la visita! :-p

drughy ha detto...

Holà! Complimenti per il blog! Stanotte mi guarderò Profondo Rosso, un film che mi piace molto...una volta ho conosciuto un tipo che lo sapeva a memoria...(ovviamente l'ho messo alla prova..). Vabbè.. ti mando i miei saluti e un in bocca al lupo.
Ci vediamo a settembre.

aladar ha detto...

"le farfalle...le termiti, le zebre..."
...
non è che ero io quel tipo, fede? :-D
a venezia! ;-)

drughy ha detto...

eh eh...mi dispiace ma era un'altro...allora quando ti rivedrò ti metterò alla prova!

aladar ha detto...

benissimo!
inizia a tremare! :-p

graz ha detto...

Ciao Mario!
good luck per il tuo blog, e non è un caso che il mio primo post sia sulla locandina di Profondo Rosso.
Conservo un ricordo indelebile di quella visione estiva da te, con ingresso a sorpresa del pipistrello.
Neanche il più grande dei registi l'avrebbe studiata meglio...
Ciao Graz

aladar ha detto...

Ahahahahahah, che cosa mi hai ricordato!!! Il pipistrello!!!
Era il periodo di trip "Thrilling all'italiana" (1993?)in cui organizzavo proiezioni per gli amici: Profondo Rosso e La casa dalle finestre che ridono soprattutto, ma anche L'uccello dalle piume di cristallo,Inferno e via dicendo...
Beh, in una calda serata estiva in cui proiettavo per la 27a volta Profondo rosso, con le finestre del soggiorno spalancate ma con l'avvolgibile quasi completamente abbassata, entrò un pipistrello, per la verità non enorme, ed iniziò a volare sopra le nostre teste. Terrore totale!!!
Altro che Dario Argento!!!
Graziano, ricordi chi lo fece uscire???

Anonimo ha detto...

Mmm...credo che fosse più tardi, tipo '98 o giù di lì.
Mi ricordo che uscimmo dalla cucina e aspettammo che uscisse anche lui (dalla finestra).
Dopo aver atteso dieci minuti, riaprimmo la porta....io non l'ho visto uscire, può darsi che sia ancora lì....

aladar ha detto...

sicuramente non era il '98, ma molto prima :-)
ho controllato, e in effetti è ancora lì, in compagnia di un pettirosso :-D